» European Consumers membro del C.R.U.C. (Comitato Regionale Utenti e Consumatori), decreto n. T0421

European Consumers
CHI SIAMO | MISSION | INFO | LE ASSOCIAZIONI | LINK | FAQ  
AREE TEMATICHE
venerdì 22 settembre 2017 - 10:07
GOOGLE
provati e consigliati: qualità servizi

06/09/2017 - Alla Canna del Gas ( di Bob Caprai )

Non si parla di crisi economica ma di una vicenda di mancanza di professionalità di un installatore e un assurdo scaricabarile risolto poi, fortunatamente, da chi ci mette la faccia: Eni

Una calda estate, una signora settantenne con problemi di mobilità e poco avvezza a cavarsela da sola pur essendo rimasta senza nessun aiuto circa un anno fa. Riceve da Eni Luce e Gas una fattura che, pur essendo un conguaglio, risulta ben al di sopra dei consumi presunti. B.G., di Castelfiorentino, le notti di inverno, si corica a letto prestissimo per riscaldarsi sotto le coperte piuttosto che utilizzare il riscaldamento e con una pensione di 500 euro mensili la cena, anche volendo, è scarna, spesso una tazza di latte con qualche biscotto. Appare lapalissiano che anche il consumo di gas per la cucina è minimo. Si rivolge a uno sportello locale che la invita a recarsi a Empoli (pochi chilometri che per una persona in certe condizioni sono un incubo) che, a loro volta, la indirizzano verso un distributore che non ha contatti con i clienti finali... che mio padre comprò alla fiera dell’est verrebbe da aggiungere. Tramite la figlia Sonia l’appello arriva ad European Consumers, L’avvocato Vittorio Amedeo Marinelli sarebbe partito da Roma con il primo volo per Milano per darmi un calcio nel sedere se non mi fossi interessato della vicenda. Così, da questo momento, inizia la nostra inchiesta. European Consumer e le associazioni che riportano i nostri articoli non intendono mettere alla gogna nessuno. Solo chi non fa niente non sbaglia mai, il nostro compito è quello di vedere se un problema viene risolto, in quanto tempo, misurando, laddove possibile, la soddisfazione del consumatore. Abbiamo fatto una prima verifica chiedendo di accendere i fornelli del gas e chiudere il rubinetto sul contatore. I Fornelli rimanevano accesi e si spegnavano chiudendo il contatore del gas della vicina. Erano stati invertiti i nuovi contatori o, quantomeno, è stata invertita l’assegnazione della matricola. Occorre precisare che ENI non cura direttamente questo settore ma essendo ENI che ci mette la faccia e riscuote le bollette ha subito fatto sua la segnalazione e trattata con tempestività. Nell’immediato sono usciti degli incaricati per rilevare che, in effetti, con sorpresa, la situazione era come quella descritta. Eni ci ha risposto così: “L'anomalia occorsa alla cliente ha origine nel 2016 quando il Distributore di zona ha sostituito massivamente i contatori gas invertendo la matricola con quella di un vicino. Così – chiarisce Eni gas e luce – sono stati recepiti e fatturati alla cliente consumi errati che sono stati conguagliati non appena il distributore ha recepito la nostra segnalazione e corretto l'anomalia. La situazione è ora sanata e la cliente potrà comunicare le proprie letture sulla base delle quali verranno emesse le future bollette” European Consumers si augura quindi che a stretto giro di posta arrivi il rimborso alla sfortunata protagonista della vicende e che i distributori locali (che non sono alle dirette dipendenze di Eni, Enel, Edison ecc) abbiano maggiore sensibilità verso i clienti con particolare riguardo per gli anziani senza mandarli a casaccio da un ufficio all’altro

All'interno della Rassegna Stampa vengono pubblicati gli articoli di altre testate giornalistiche complete di eventuali nomi propri di persone coinvolte nei fatti. Europeanconsumers non vuole mettere alla gogna nessuno, pertanto chiunque voglia cancellare il proprio nome da un articolo pubblicato potrà farlo semplicemente mandando una mail a info@europeanconsumers.it indicando il proprio nome e l'indirizzo dell'articolo in questione.