» European Consumers membro del C.R.U.C. (Comitato Regionale Utenti e Consumatori), decreto n. T0421

European Consumers
CHI SIAMO | MISSION | INFO | LE ASSOCIAZIONI | LINK | FAQ  
AREE TEMATICHE
sabato 25 novembre 2017 - 12:25
GOOGLE
politica, istituzioni e cose del genere

14/03/2013 - sistema carcerario diffuso

L'Avv. Massimo SEGA, valoroso dirigente della provincia di Roma, buttato fuori a suo tempo perché onesto, risponde a Paolo d'Arpini,

Egr, Paolo, ho ricevuto il tuo messaggio dal titolo SISTEMA CARCERARIO DIFFUSO.che cosi' recita: Quanti sono i “detenuti” in Italia (nel senso letterale del termine)? Sono almeno 60 milioni i cittadini tenuti in prigionia, ai domiciliari, da un sistema coattivo che non tiene conto delle libertà personali e della dignità umana. Che dire ad esempio del totale ossequio al quale siamo obbligati dal sistema tributario in corso? Non si può sfuggire alla mannaia del fisco che è diventato peggio delle gabelle medioevali da versare ad ogni angolo di strada e ad ogni potere costituito: chiesa, impero, ducato, padronato, etc. Oggi si chiamano stato, regione, provincia, comune, enti, aziende, etc... ...... Consentimi di dirti che mentre leggevo il medesimo, mi sono tornate in mente alcuni giudizi sugli Italiani dei massimi nostri vati. Ecco quello che diceva Dante 800 anni fa: LE LEGGI CI SON, MA CHI PON MANO AD ESSE ? E ancora cosi' scriveva : AHI SERVA ITALIA, DI DOLORE OSTELLO, NAVE SENZA NOCCHIERO IN GRAN TEMPESTA, NON DONNA DI PROVINCE, MA BORDELLO. L'altro nostro grande poeta e filosofo, Giacomo Leopardi, duecento anni fa cosi' si esprimeva nei riguardi del nostro popolo: L'ITALIA E' UNA TERRA INCAPACE DI COSTRUIRE UNA CONVIVENZA CIVILE, UNA NSANA DIALETTICA, UN PAESE DOMINATO DAL CINISMO, INCAPACE DI RISPETTARE E DI ESSERE RISPETTATO, UN AGGLOMERATO DI SINGOLI INDIVIDUI OGNUNO SPROFONDATO NEL PROPRIO ORIZZONTE PRIVATO, PARTICOLARE,E DOVE L'OPINIONE PUBBLICA, LA SOCIETA' CIVILE STENTA A TROVARE LA PROPRIA MATURITA' LA PROPRIA AUTONOMIA. Questo lo diceva, sostanzialmente, trecento anni prima di Leopardi, Guicciardini. A sua volta, ecco quanto scriveva la Fallaci, pochi anni fa: L'ITALIA GODERECCIA, FURBETTA, VOLGARE DEGLI ITALIANI CHE PENSANO SOLO AD ANDARE IN PENSIONE PRIMA DEI CINQUANT' ANNI E CHE SI APPASSIONANO SOLO PER LE VACANZE ALL'ESTERO O PER LE PARTITE DI CALCIO. L'ITALIA CATTIVA, STUPIDA, VIGLIACCA, DELLE PICCOLE IENE E CHE PUR DI STRINGERE LA MANO AD UN DIVO O UNA DIVA VENDEREBBERO LA FIGLIA AD UN BORDELLO DI BEIRUT.... L'ITALIA SQUALLIDA, IMBELLE, SENZ'ANIMA, DEI PARTITI PRESUNTUOSI ED INCAPACI, CHE NON SANNO NE' VINCERE NE' PERDERE PERO' SANNO COME INCOLLARE I GRASSI POSTERIORI DEI LORO RAPPRESENTANTI ALLA POLTRONCINA DI DEPUTATO O DI MINISTRO O DI SINDACO. Ancora la Fallaci ci ha ricordato quanto suo padre, in punto di morte ebbe a dire: L'ITALIA POVERA NELL'ONORE, NELL'ORGOGLIO, NELLA CONOSCENZA E PERFINO NELLA GRAMMATICA. IN ITALIA SI PARLA SEMPRE DEI DIRITTI, MAI DI DOVERI. IN ITALIA SI FINGE DI IGNORARE CHE OGNI DIRITTO COMPORTA UN DOVERE, CHE CHI NON COMPIE IL PROPRIO DOVERE NON MERITA ALCUN DIRITTO. Oggi possiamo tutti dire le stesse cose. Saluti Massimo

All'interno della Rassegna Stampa vengono pubblicati gli articoli di altre testate giornalistiche complete di eventuali nomi propri di persone coinvolte nei fatti. Europeanconsumers non vuole mettere alla gogna nessuno, pertanto chiunque voglia cancellare il proprio nome da un articolo pubblicato potrà farlo semplicemente mandando una mail a info@europeanconsumers.it indicando il proprio nome e l'indirizzo dell'articolo in questione.