» European Consumers membro del C.R.U.C. (Comitato Regionale Utenti e Consumatori), decreto n. T0421

European Consumers
CHI SIAMO | MISSION | INFO | LE ASSOCIAZIONI | LINK | FAQ  
AREE TEMATICHE
sabato 25 novembre 2017 - 08:27
GOOGLE
vino, birra e alcolici

09/04/2017 - rassegna stampa su vino, birra e altri alcolici del 9 aprile 2017 ( di redazione )

L'IMPEGNO DELLE FORZE DELL'ORDINE PER FAR RISPETTARE LE LEGGI SULLA VENDITA E SOMMINISTRAZIONE DI BEVANDE ALCOLICHE.

http://www.ilcittadino.it/p/notizie/cronaca_sud_milano/2017/04/09/ABHBSLhM-melegnano_chiuso_minorenni_giorni.html ALCOL AI MINORENNI: BAR CHIUSO 15 GIORNI A MELEGNANO 9 aprile 2017 Somministra bevande alcoliche ai minori di 16 anni, chiuso per quindici giorni un locale pubblico di Melegnano. Arriva l’ordinanza del sindaco Vito Bellomo, la decisione dopo il blitz delle forze dell’ordine. Nel frattempo scatta il piano sicurezza in vista della Fiera: oltre 50 tra carabinieri, vigili e finanzieri per vegliare sulla città. Ieri mattina la notizia della chiusura del bar è arrivata dallo stesso Bellomo, che nel corso della giornata ha firmato il relativo provvedimento. «A metà marzo i carabinieri hanno effettuato una serie di controlli all’interno del locale, durante i quali hanno tra l’altro accertato la somministrazione di bevande alcoliche agli under 16 - ha affermato il sindaco di Melegnano -. Si tratta di un comportamento espressamente vietato dalla legge perché lesivo della salute pubblica, che ovviamente le forze dell’ordine hanno immediatamente contestato ai gestori del bar. Trattandosi di una materia di carattere amministrativo, poi, i militari dell’Arma guidati dal comandante Domenico Faugiana ne hanno dato tempestiva comunicazione ai competenti uffici comunali». Si spiega così l’ordinanza emanata dal sindaco Bellomo, che nella giornata di ieri è stata notificata ai titolari dell’attività. «Il provvedimento prevede la sospensione della licenza per un periodo di quindici giorni - chiarisce ancora Bellomo -. A questo punto toccherà ai carabinieri e alla polizia locale verificare l’effettivo rispetto dell’ordinanza, la cui inottemperanza provocherebbe la chiusura forzata del locale pubblico. In tal modo vogliamo dare un segnale forte sul fronte della movida, che certamente rappresenta un fenomeno importante per la nostra città». Con l’arrivo della bella stagione, sono centinaia i giovani che si radunano in città per trascorrere una serata nei tanti locali presenti nelle diverse zone di Melegnano. «Nel contempo, però, rilanciamo sulla necessità che i vari locali rispettino le norme previste dalle leggi in materia - ribadisce il sindaco -: ecco perché i controlli dei carabinieri, che ringrazio per la preziosa attività, sono destinati a continuare anche nei prossimi giorni. A partire proprio dal periodo pasquale, quando andrà in scena il tradizionale Perdono, che rappresenta la festa per eccellenza della nostra città. Nella giornata di giovedì, quando sarà continuo il via vai di gente, Melegnano sarà dunque presidiata da una cinquantina tra carabinieri, agenti della polizia locale e militari della Guardia di finanza, che verranno supportati anche dalla polizia locale milanese. Ma le forze dell’ordine saranno presenti anche negli altri giorni di festa, quando complessivamente sono stimate in almeno 30mila le presenze nelle diverse zone di Melegnano».

http://www.lanazione.it/arezzo/cronaca/vendono-alcol-ai-ragazzini-denunciato-un-altro-barista-del-centro-1.3027541 VENDONO ALCOL AI RAGAZZINI: DENUNCIATO UN ALTRO BARISTA DEL CENTRO Continua il giro di vite dei vigili urbani sull'abuso di alcolici nelle notti della movida: due under 16 pescati subito dopo l'acquisto Arezzo, 9 aprile 2017 - I controlli della movida, nelle notti del weekend. Controlli portati avanti dalla polizia municipale questa notte in città. Al centro continua il giro di vite nei confronti di chi vende alcolici ai minori di 16 anni. Nella zona di via Provenza agenti in borghese hanno fermato un 14enne che è stato trovato in possesso di dosi di hashish e marijuana, per uso personale. E’ stato quindi accompagnato al Comando e in seguito riconsegnato ai genitori. Il ragazzino è stato segnalato alla prefettura. Denunciato, inoltre, il titolare di un bar del centro storico per somministrazione di alcol a due minori di 16 anni. Lo stesso è stato anche sanzionato per la somministrazione di alcol a giovani tra i 16 e i 18 anni. In generale la conferma di un forte consumo di alcol e stupefacenti tra i minori, ragazze comprese.

http://www.vivereancona.it/2017/04/10/alcol-ai-minori-scattano-le-denunce/634604 ALCOL AI MINORI, SCATTANO LE DENUNCE di Laura Rotoloni 09/04/2017 – Somministravano alcol a minorenni. Scattano le denunce ad Ancona           La Polizia di Stato, nell’ambito delle attività di tutela dei minori, ha svolto una serie di attività di monitoraggio su alcuni esercizi pubblici del capoluogo e provincia Il personale della Squadra Mobile, in tale contesto, ha proceduto alla denuncia a piede libero di due gestori di esercizi autorizzati alla mescita di bevande alcooliche, per somministrazione di alcol a soggetti minorenni, nonché sono state elevate due sanzioni amministrative per aver infranto la medesima normativa che vieta la vendita ai minori di alcool. E’ stato inoltre sanzionato e denunciato il titolare di licenza per distributori automatici atti alla vendita di alcoolici per la zona di Ancona, in quanto le medesime macchine elettroniche distribuivano gli alcoolici senza accertare l’età del compratore, con controllo carta d’identità o tessere sanitaria.

http://gazzettadimantova.gelocal.it/mantova/cronaca/2017/04/08/news/nuovo-blitz-della-polizia-nel-mirino-alcol-e-sale-giochi-1.15165259 NUOVO BLITZ DELLA POLIZIA, NEL MIRINO ALCOL E SALE GIOCHI Proseguono i controlli di polizia disposti dal questore nei locali pubblici 08 aprile 2017 MANTOVA. Proseguono i controlli di polizia disposti dal questore Salvatore Pagliazzo Bonanno nei locali pubblici (bar, sale gioco, discoteche e locali di ritrovo frequentati da giovani) per verificare la corretta applicazione della normativa vigente, in particolare in tema di somministrazione di bevande alcoliche (dopo alcuni episodi di ubriachezza di minorenni che hanno destato un certo scalpore nell’opinione pubblica). Con queste finalità, nella serata tra venerdì e ieri il personale della squadra amministrativa della Questura, coadiuvato da un equipaggio della squadra volante, e con l’intervento di personale della polizia locale del comando di viale Fiume, ha proceduto a verificare l’attività di alcuni esercizi pubblici (in particolare sale gioco) della città, provvedendo al controllo delle autorizzazioni amministrative e all’identificazione dei clienti. I poliziotti hanno identificato 31 avventori, di cui cinque con precedenti penali e due stranieri sprovvisti di permesso di soggiorno che sono stati messi a disposizione dell’ufficio immigrazione. Servizi analoghi, garantisce la Questura, saranno ripetuti spesso nelle prossime settimane.

http://www.quinewsempolese.it/montelupo-fiorentino-nas-in-azione-nei-locali.htm CONTROLLI SULL'ALCOL E NAS IN AZIONE NEI LOCALI SABATO 08 APRILE 2017 ORE 14:30 Articolata operazione dei Carabinieri la scorsa notte con controlli effettuati per contrastare l'uso di alcol e droghe MONTELUPO FIORENTINO — I carabinieri della Compagnia di Empoli, ieri notte, sono stati impegnati in un servizio di contrasto all’abuso di alcool e all’uso di droghe. In particolare il servizio ha interessato il comune di Montelupo Fiorentino dove sono stati attuati posti di controllo su strada e si è proceduto al controllo di alcuni locali con l’ausilio dell’unità cinofila antidroga e di personale del N.A.S. di Firenze. Sono stati effettuati posti di controllo per verificare il tasso alcolemico dei conducenti: non sono state riscontrate irregolarità sui circa 40 mezzi controllati. Inoltre, nei locali maggiormente frequentati dai giovani, si è proceduto ad un controllo approfondito per verificare eventuale vendita di alcolici a minori e l’utilizzo di droghe. Una persona è stata segnalata poiché trovata in possesso di una dose di cocaina. Nei pressi di uno dei locali sono state rinvenute molteplici dosi di varie sostanze stupefacenti, abbandonate dai proprietari alla vista dell’unità cinofila: in totale circa 25 grammi di hashish e 5 grammi tra marijuana e cocaina. Il personale del N.A.S. ha riscontrato alcune violazioni amministrative per vari aspetti di natura sanitaria all’interno di un locale e sarà valutata l’emissione di eventuali provvedimenti. Nel pomeriggio, sempre a Montelupo Fiorentino, i carabinieri della locale Stazione hanno denunciato un ragazzo italiano per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

ANCHE I SINDACI TENTANO DI FRENARE IL DEGRADO VIETANDO LA VENDITA PER ASPORTO DI BEVANDE ALCOLICHE

http://iltirreno.gelocal.it/montecatini/cronaca/2017/04/08/news/stop-alla-vendita-di-alcolici-da-asporto-nella-zona-stazione-1.15164352 STOP ALLA VENDITA DI ALCOLICI DA ASPORTO NELLA ZONA STAZIONE  Montecatini, odinanza in vigore dal 10 aprile in piazza Gramsci e nelle strade limitrofe. Troppe risse nelle ore notturne 08 aprile 2017 MONTECATINI. Giro di vite (ma anche del…tappo) sul consumo di alcolici in centro, per combattere gli ormai diffusi fenomeni di vandalismo e risse spesso causati proprio dallo stato di ubriachezza e concentrati soprattutto nelle ore notturne. Senza contare che talvolta le bottiglie (opportunamente svuotate del loro contenuto…) vengono anche utilizzate come arma o oggetto contundente. L’ordinanza della polizia municipale, firmata dal sindaco Giuseppe Bellandi, vieta la vendita per asporto di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione (birra compresa, quindi) dalle 22 alle 6 nella zona della stazione ferroviaria Centro in piazza Gramsci e strade limitrofe, a eccezione del servizio al tavolo o al banco.  “Considerato – si legge nell’atto – che il consumo e l’abuso di alcol, in particolare tra i giovani, risulta essere una consuetudine sempre più praticata con gravi conseguenze sia per la salute, sia per il comportamento sociale nell’ambito della sicurezza e della civile convivenza; visti i diversi interventi delle forze dell’ordine a risse e fatti criminosi che evidenziano l’estrema criticità che si viene a creare nella zona della stazione Centro a seguito del consumo di bevande alcoliche acquistate in attività commerciali o somministrate da pubblici esercizi o attività artigianali; considerato che al consumo dell’alcol conseguono fenomeni di disturbo, episodi di degrado e di incuria, con conseguenti schiamazzi, risse, danneggiamenti con abbandono nei pubblici spazi di rifiuti, in particolare bottiglie e contenitori di vetro anche in frammenti dando origine a situazioni che possono essere potenzialmente pericolose per la pubblica incolumità”. E più avanti: “Considerato che tali fenomeni si evidenziano in particolare nella zona della stazione Centro e strade limitrofe, nella quale hanno ubicazione numerosi esercizi di somministrazione e attività commerciali che vendono per asporto bevande alcoliche; considerate le numerose segnalazioni dei residenti che lamentano comportamenti contrari alla civile convivenza nelle aree pubbliche; visto che il fenomeno si evidenzia maggiormente nelle ore serali e notturne, limitando il diritto al riposo delle persone, la quiete e l’incolumità pubblica e in generale la sicurezza urbana”. L’ordinanza conclude avvertendo che “a decorrere dal 10 aprile e fino al 10 giugno nella zona della stazione Centro, dalle 22 alle 6 è vietata la vendita e la somministrazione di alcolici di qualsiasi gradazione e in qualunque contenitore, a eccezione del servizio al tavolo e del servizio al banco che sia svolto all’interno del pubblico esercizio e nelle sue pertinenze”.(mec)

IN ALTRE CITTA’ INVECE, IL CAOS POLITICO FRENA IL RIPRISTINO DELLA LEGALITA’!

http://www.milanopost.info/2017/04/09/fate-le-ordinanze-per-fermare-lo-spaccio-e-chiudere-i-locali-a-rischio/ FATE LE ORDINANZE PER FERMARE LO SPACCIO E CHIUDERE I LOCALI A RISCHIO 9 aprile 2017 Fabrizio De Pasquale  Milano 9 Aprile – L’Italia è fatta così. Un episodio, tipo quello accaduto in Viale Monza ieri mattina, richiama l’attenzione dei media. Chiacchiere e proclami da parte di tutti poi, dopo 2 giorni, non si fa niente e tutto rimane come prima. Lo scatto di follia di Viale Monza è solo la punta dell’iceberg di una situazione dove lo spaccio, l’abusivismo, le molestie, sono consentite a tutti e in particolare a stranieri irregolari. Cosa fare oltre a garantire presidio, che c’è ed è efficiente per i casi più gravi? Bisogna imporre la legge e la legalità e dimostrare con l’esempio che in Italia conviene rispettarla. Qui vengono i problemi perché sulle ricette per la legalità esistono visioni diverse in politica e cambiano a seconda di chi governa. L’episodio di ieri ruota attorno a 3 problemi: l’enorme numero di spacciatori stranieri reclutati fra gli irregolari, la presenza sempre maggiore di persone in stato di alterazione da alcol o droghe (vecchie e nuove) che si aggira indisturbata a Milano, locali che fungono da richiamo per tutti i balordi, aperti 24 h, riconosciuti dai residenti come conniventi di spaccio, prostituzione, gioco d’azzardo. Questi elementi avevano portato durante i governi di centro destra ad autorizzare Sindaci e Questori a emettere ordinanze per limitare in alcune zone gli orari di vendita e a chiudere locali ritenuti ricettacolo di attività illegali. La sinistra le ribattezzò “ordinanze coprifuoco” e una volta al Governo eliminò questo potere. Ora, come spesso accade e dopo che il fenomeno è scappato di mano, il Ministro degli Interni Minniti ha riproposto le ordinanze antidegrado consentendo a Sindaci e Questori di intervenire su particolari aree della città. Però c’è ancora un piccolissimo ostacolo: come fa la sinistra milanese a rimangiarsi tutte le fesserie dette contro le ordinanze? Come smentire le affermazioni su Via Padova simbolo di integrazione o sui militari via da Viale Monza? Già si sentono dichiarazioni di Sel, di sindacati e di esponenti del PD contro le ordinanze e contro il rimpatrio di chi non viene riconosciuto profugo. E l’Assessore Rozza si affretta a dire che le ordinanze non saranno come “quelle del centrodestra”. Bizantinismi! E’ da un mese che chiedo al Sindaco di emettere ordinanze contro spaccio, prostituzione, distributori notturni di alcol, venditori abusivi etc. Sala non parla dell’argomento mentre altri sindaci, anche di sinistra, hanno già firmato ordinanze. Speriamo solo che si capisca l’urgenza non solo del presidio ma anche del ripristino della legalità. Se non si fermano spaccio, fiumi di droga e alcool, aree e locali loro conniventi, per le Forze dell’ordine sarà dura intervenire sempre con la stessa prontezza di ieri mattina in Viale Monza.

ANCHE I VOLONTARI SI DANNO DA FARE PER ARGINARE IL DEGRADO PROVOCATO DAL CONSUMO DI VINO, BIRRA ED ALTRE BEVANDE ALCOLICHE!

http://www.pisatoday.it/cronaca/movida-raccolta-vetro-piazza-cavalieri-7-aprile-2017.html MOVIDA: 300 CHILI DI VETRO RACCOLTI DAI 'CAVALIERI SENZA VETRO' Prima notte 'di guardia' venerdì per i volontari della Croce Rossa. Riempiti due bidoni e mezzo di bottiglie, eseguiti poi 50 alcol test e 20 prove al simulatore di guida Redazione 08 aprile 2017 15:05 Due bidoni e mezzo di bottiglie di vetro riempiti, per un totale di 300 chili, che venerdì sera non è finito sui lastricati di Piazza dei Cavalieri ma negli appositi contenitori per riciclaggio. E poi 50 alcol test gratuiti effettuati, e oltre 20 prove al simulatore di guida. E' il bilancio della prima uscita di 'Cavalieri senza vetro' che si è tenuta la notte del 7 aprile, una sorta di anteprima e prova generale per rodare il meccanismo sperimentato nell'autunno scorso in vista dell'estate. L'iniziativa è promossa dalla Società della Salute della zona pisana e dal Comune di Pisa, in collaborazione con la Croce Rossa Italiana: dalle 23 alle 3 del mattino una piccola task force, composta da volontari e migranti ospiti delle strutture d'accoglienza cittadine, ha proposto ai frequentatori della piazza di scambiare la bottiglia in vetro con un bicchiere di plastica. Nel corso della nottata, i volontari della Croce Rossa hanno inoltre accompagnato al pronto soccorso una persona che, a causa di una caduta, ha riportato un problema alla caviglia. Il progetto, lanciato in modo sperimentale nell’inverno scorso da Comune di Pisa e Società della Salute della Zona Pisana, sarà a pieno regime dal primo fine settimana di maggio fino all'ultimo di luglio, per poi riprendere a metà settembre e concludersi a fine ottobre. In questi due periodi operatori sociali e volontari saranno in piazza tutti i venerdì e sabato notte sempre dalle 23 alle 3 del mattino.

ED INTANTO SI CONTINUA A BERE ED A GUIDARE: GUIDA IN STATO DI EBBREZZA

http://corrieredibologna.corriere.it/bologna/notizie/cronaca/2017/8-aprile-2017/ubriachi-guida-dieci-patenti-ritirate-bologna-2401459137253.shtml UBRIACHI ALLA GUIDA, DIECI PATENTI RITIRATE A BOLOGNA La maggior parte «pizzicati» in zona Corticella 08 aprile 2017 BOLOGNA - Sono 10 gli automobilisti che guidavano ubriachi incappati la notte tra venerdì e sabato a Bologna nei controlli di Polizia e Carabinieri. La maggior parte sono stati `pizzicati´ in zona Corticella, dove la Polizia Stradale ha predisposto uno dei periodici posti di controllo, sottoponendo oltre 140 persone ai test con precursore ed etilometro. Sono risultati positivi in 9, tutti uomini di età media superiore ai 30 anni. Per loro, oltre al ritiro della patente, è scattata una denuncia penale per guida in stato di ebbrezza: 5 avevano tassi alcolemici compresi tra 1,01 e 1,50 grammi/litro; gli altri 4 avevano valori ancora più elevati. Denuncia e patente ritirata anche a un 37enne fermato per un controllo a Bentivoglio, nel Bolognese, dai Carabinieri. L'uomo, al volante di una Fiat Tipo, aveva un tasso di 3,24 g/l, quasi sette volte il limite di legge.

http://www.lecceprima.it/cronaca/notte-di-controlli-a-raffica-sullo-jonio-nove-denunce-e-due-patenti-ritirate.html NOTTE DI CONTROLLI A RAFFICA SULLO JONIO, NOVE DENUNCE E DUE PATENTI RITIRATE Impegnati i carabinieri della compagnia di Gallipoli e di varie stazioni. Anche ventuno segnalati per uso personale di stupefacenti 08 aprile 2017 19:36 GALLIPOLI - Nove denunce per vari reati, due patenti ritirate e ben ventuno segnalati alla prefettura per consumo personale di droga. Sono i numeri di controlli a tappeto nella notte messi in atto nella notte scorsa, tra il 7 e ‘8 aprile, dai carabinieri della compagnia di Gallipoli, diretti dal tenente Francesco Battaglia. I militari, dunque, sono stati impegnati su tutto il territorio di loro competenza (piuttosto vasto, perché annovera oltre Gallipoli, altri grossi centri come Copertino, Nardò e Galatone) con un servizio capillare coordinato a largo raggio. Sono stati infatti eseguiti controlli sulle principali arterie cittadine di Gallipoli, Nardò e comuni limitrofi, finalizzati soprattutto al contrasto furti e rapine, ma anche al fenomeno della guida in stato di ebbrezza e allo spaccio. All’attività di controllo hanno partecipato pattuglie dell’aliquota radiomobile, militari delle stazione di Sannicola, Nardò e Gallipoli (undici in tutto) e cinque automezzi. Fra i segnalati alla per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti (prevalentemente marijuana e hashish), anche due patenti ritirate per guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di droga.

https://www.rete8.it/cronaca/123-basciano-25enne-ubriaco-guida-in-autostrada-contromano/ BASCIANO: 25ENNE UBRIACO GUIDA IN AUTOSTRADA CONTROMANO  09 aprile 2017 Anna Di Giorgio Cronaca, Teramo  Alla guida ubriaco e contromano sull’A24: denunciato un 25enne aquilano, fermato dalla polizia al casello di Basciano. A segnalare l’automobile, che viaggiava pericolosamente in senso contrario a quello di marcia, sono stati alcuni automobilisti, usciti fortunatamente indenni dal pericolosissimo incontro; a condurre l’auto impazzita la polizia ha trovato un 25enne aquilano, che è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza. Al giovane, bloccato a Basciano dagli agenti, è stata ritirata la patente e sequestrato il mezzo. La polizia autostradale sta indagando per capire da dove il giovane sia entrato in autostrada e quanti chilometri abbia percorso contromano, avvalendosi soprattutto delle immagini riprese dalle telecamere dei caselli; le prime segnalazioni sono arrivate da Colledara.

http://www.reggionline.com/toano-sviene-auto-al-limite-del-coma-etilico-denunciato-45enne/ TOANO: SVIENE IN AUTO, AL LIMITE DEL COMA ETILICO. DENUNCIATO 45ENNE 8 aprile 2017 L’uomo, trovato in stato di incoscienza in località Fora di Cavola, aveva un tasso alcolemico nel sangue 5 volte superiore al consentito. Dovrà anche pagare una maxi multa TOANO (Reggio Emilia) – Ha fermato la sua auto lungo la Sp 19 che stava percorrendo per tornare a casa ed è stato trovato, in stato d’incoscienza, dai carabinieri di Baiso in località Fora di Cavola. L’uomo, un 45enne reggiano, è stato subito soccorso e sottoposto ad accertamenti clinici che hanno rivelato un tasso alcolico nel sangue di 3 g/l. I militari lo hanno quindi denunciato per guida in stato d’ebbrezza e multato pesantemente: la sanzione potrebbe arrivare fino a un massimo di 9mila euro. Il documento di guida, infine, gli è stato ritirato e la Fiat Panda che guidava sequestrata ai fini della confisca.

http://met.provincia.fi.it/news.aspx?n=241651 INCIDENTE STRADALE AL MASSO RONDINAIO: CONDUCENTE DENUNCIATO DAI CARABINIERI PER GUIDA IN STATO DI EBBREZZA E LESIONI 08/04/2017 18.22 Protagonista un giovane turista inglese che ha invaso la corsia dell'opposto senso di marcia La decorsa notte, lungo la S.P. 129 km. 1+900 in Località Masso Rondinaio, del comune di Scarperia e San Piero (FI), si è verificato un grave incidente stradale tra due veicoli in transito, una Opel Mokka a borgo della quale vi erano da due turisti inglesi di 27 e 28 anni e una Ford Focus con a bordo tre mugellani dai 43 ai 47 anni. L’impatto è stato violentissimo. Sul posto è intervenuta immediatamente la gazzella dei Carabinieri e a seguire, le ambulanze del 118 e i Vigili del Fuoco che hanno estratto il conducente della Ford Focus, che era rimasto incastrato nella postazione di guida. Tutti e cinque gli occupanti dei mezzi sono dovuti ricorrere alle cure dei sanitari, riportando varie lesioni. Gli accertamenti dei militari dell’Arma sul luogo dell’evento (sul posto anche il Comandante della Stazione di San Piero a Sieve) hanno permesso di ricostruire la dinamica del sinistro, secondo la quale, il turista inglese, a bordo della Opel Mokka, percorrendo la S.P. 129 in direzione di Barberino di Mugello, ha invaso la corsia dell’opposto senso di marcia, andando a collidere frontalmente contro la Ford Focus, che percorreva la stessa strada in direzione di Borgo San Lorenzo. Il conducente inglese è stato denunciato dai Carabinieri per lesioni stradali colpose e guida sotto l’influenza dell’alcool, avendo peraltro rilevato un tasso alcolico ben superiore al limite di legge, con conseguente ritiro immediato della patente di guida.

http://www.estense.com/?p=608826 INCIDENTE UBRIACO, ORA LA DENUNCIA I carabinieri hanno denunciato per guida in stato di ebbrezza un uomo di 45 anni dom 9 Apr 2017 -  Di Redazione Cento. I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile hanno denunciato a piede libero per guida in stato di ebbrezza un uomo di nazionalità italiana di 45 anni il quale, lo scorso primo aprile, era rimasto coinvolto in un incidente stradale in via Rigone, alla guida della propria autovettura. In quel contesto era stato sottoposto ad accertamento mediante apparato etilometrico, dal quale è emerso un valore di alcolemia molto elevato.

http://www.corrieredinovara.com/it/web/giovane-sorpresa-alla-guida-in-stato-di-ebbrezza-patente-sospesa-37278/sez/cronaca/ GIOVANE SORPRESA ALLA GUIDA IN STATO DI EBBREZZA: PATENTE SOSPESA Articolo di: sabato, 08 aprile 2017, 10:26 m. E’ successo in via Morera NOVARA, Una 22enne nata a Borgomanero, ma residente a Novara, V.M. le sue iniziali, è stata sottoposta a un controllo etilometrico da parte della Polizia stradale di Arona in via Morera, a Novara.Dalla verifica è risultata avere nel sangue un tasso alcolico pari a 0,69 grammi/litro (il limite da non superare è di 0,50). Questo a un primo controllo. Alla seconda prova ha fatto registrare un 0,66. Per lei sanzione amministrativa e sospensione della patente. mo.c.

https://genovaquotidiana.com/2017/04/09/positiva-allalcol-la-conducente-dellauto-ribaltata-in-via-granello/ POSITIVA ALL’ALCOL LA CONDUCENTE DELL’AUTO RIBALTATA IN VIA GRANELLO 9 aprile 2017 Gli esami ematochimici hanno messo in luce che la conducente dell’Opel Agila che si è ribaltata ieri sera in via Granello era positiva all’alcol con una concentrazione di 1.1 grammi/litro. In osservazione al Galliera il passeggero mentre conducente (risultato negativo a droghe e alcol) e passeggero stanno bene. I rilievi della polizia municipale (intervenuta con tre pattuglie del territorio, due del I è una del III distretto e con una squadra del reparto Infortunistica) hanno messo in luce che è stata la conducente della Agila a non rispettare la precedenza. La donna, dopo il ribaltamento dell’auto, era così agitata da non riuscire nemmeno a soffiare nell’etilometro. Sono stati quindi necessari gli esami del sangue.

CONSEGUENZE DEL CONSUMO: VIOLENZA GENERATA DAL CONSUMO DI BEVANDE ALCOLICHE.

http://www.lamezialive.it/rosarno-picchia-genitori-sotto-effetto-di-alcol-arrestato-dopo-denuncia/ ROSARNO: PICCHIA GENITORI SOTTO EFFETTO DI ALCOL. ARRESTATO DOPO DENUNCIA STEFANIA, 8 APRILE 2017 Un arresto dei carabinieri di Gioia Tauro ROSARNO – I carabinieri hanno arrestato a Rosarno un uomo di 35 anni, Gesuele Manno, con l’accusa di avere ripetutamente minacciato e picchiato i genitori e la convivente ventisettenne. L’arresto è stato fatto dai militari della Tenenza di Rosarno in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Palmi su richiesta della Procura. Le indagini che hanno portato all’arresto erano state avviate dopo la denuncia presentata dai genitori di Manno, che avevano rivelato le minacce e le percosse messe in atto dal figlio ai loro danni e della compagna convivente. I carabinieri hanno accertato, tra l’altro, che le percosse ed i maltrattamenti venivano messi in atto in presenza della figlia minorenne di Manno e della compagna. Manno, inoltre, avrebbe messo in atto i suoi comportamenti sotto l’effetto di sostanze alcoliche. Il reato che gli viene contestato é maltrattamenti in famiglia continuati ed aggravati. (ANSA)

All'interno della Rassegna Stampa vengono pubblicati gli articoli di altre testate giornalistiche complete di eventuali nomi propri di persone coinvolte nei fatti. Europeanconsumers non vuole mettere alla gogna nessuno, pertanto chiunque voglia cancellare il proprio nome da un articolo pubblicato potrÓ farlo semplicemente mandando una mail a info@europeanconsumers.it indicando il proprio nome e l'indirizzo dell'articolo in questione.