» European Consumers membro del C.R.U.C. (Comitato Regionale Utenti e Consumatori), decreto n. T0421

European Consumers
CHI SIAMO | MISSION | INFO | LE ASSOCIAZIONI | LINK | FAQ  
AREE TEMATICHE
venerdý 22 settembre 2017 - 10:06
GOOGLE
vino, birra e alcolici

13/05/2017 - rassegna stampa su vino, birra e altri alcolici del 13 maggio 2017 ( di redazione )

LA NAZIONE

Educazione, un concetto da rivedere

di EMANUELA ROSI

Sarzana (La Spezia), 13 maggio 2017 - Per due amiche di 13 e 14 anni di Sarzana l’alcol poteva rendere speciale il loro sabato sera. D’altra parte... così fan tutti, o almeno tanti. Che sabato sera sarebbe senza aperitivo? Quale premio migliore dopo una settimana di lavoro che accasciarsi sulla sedia di un bar, pizzicando noccioline, lasciando fluire la chiacchiera senza controllo mentre il calore sale e i freni inibitori si allentano almeno un poco? Forse questo hanno pensato prima di decidere, con la ridotta capacità di intendere e volere dell’adolescenza, che magari un cocktail alcolico sarebbe bastato per provare quello che molti “grandi” si gloriano spesso di provare. Chissà cosa ne pensa ora la tredicenne che non ha retto all’ebbrezza dell’adulto-tipo e il sabato sera lo ha finito prima in coma etilico al pronto soccorso, poi a raccontare la sua disavventura ai poliziotti con i genitori a farle da scorta? Forse è l’ora di cominciare a chiedersi cosa pensano gli adolescenti, ma soprattutto forse è l’ora di chiedere cosa vedono, cosa capiscono della vita di noi adulti, quali miti lasciamo loro in eredità. Se possiamo archiviare le riflessioni sul barista che le ha servite scivolando sulla violazione della legge e quanto meno dovrà renderne conto, non possiamo continuare a non vedere l’ipocrisia del mondo adulto che ha trasformato l’alcol in mito. Tanto che se ordini l’analcolico sei uno che “non se la sa godere”, senza sballo non esiste festa né evento. Sarà l’ora di cominciare a rivedere, tutti insieme, il concetto di educazione prima di ragionare sulla repressione?

 

NOTIZIETISCALI

Mix letale di droghe e alcool, muore 17enne a Genova

di Adnkronos

Genova, 13 mag. (AdnKronos) - Non ce l’ha fatta la ragazza di 17 anni ricoverata ieri all’ospedale San Martino di Genova per un malore dopo essere stata trovata priva di sensi in un appartamento del quartiere di Borgoratti. La giovane, di origini ecuadoriane, era apparsa subito in condizioni gravissime. Il decesso della 17enne è avvenuto nella notte. L'ipotesi è che la morte sia dovuta ad overdose, per l'assunzione di un mix letale di droghe ed alcol. La ragazza era stata ricoverata ieri insieme a un'amica, venezuelana di 25 anni che lavorava come badante nell'appartamento nel quale entrambe sono state trovate prive di sensi. Subito apparsa in condizioni disperate, la giovane è morta poche ore dopo. Sulla vicenda indagano i carabinieri della compagnia di San Martino a Genova. Ancora ricoverata anche l'amica 25enne, in condizioni meno gravi.

 

LANUOVARIVIERA

Alcol e schiamazzi, il Prefetto “delega” il sindaco di Ascoli. Potrà intervenire con sanzioni e ordinanze

Di Redazione - 12 maggio 2017

ASCOLI PICENO – La situazione della sicurezza urbana di Ascoli, in particolare del centro storico, è stata esaminata nel corso della riunione del tavolo per l’ordine pubblico e la sicurezza che si è tenuta questa mattina in Prefettura alla presenza oltre che dei Responsabili delle Forze di Polizia, del Sindaco, Guido Castelli e del rappresentante della Provincia.

Il Prefetto di Ascoli Piceno, Rita Stentella, ha infatti recepito il disagio rappresentato da alcuni residenti del centro – riportato anche dalla stampa e segnalato dal Sindaco – determinato dall’elevato livello fonometrico dell’emissioni sonore di alcuni locali e dagli schiamazzi provocati dalla presenza di giovani nonché lo stato di degrado per gli effetti conseguenti all’abuso di alcol. Nel corso dell’incontro è stato evidenziato che la situazione non presenta aspetti sotto il profilo della sicurezza pubblica, ma si colloca più propriamente nel concetto di “sicurezza urbana” definito dalle recenti legge in materia di sicurezza delle città.

Nella seduta sono stati quindi esaminati i possibili interventi finalizzati ad un contenimento del fenomeno, nella considerazione di contemperare i diversi interessi, ivi compresi specifici controlli di polizia amministrativa e l’adozione di ordinanze previste dalla normativa suddetta. Il Questore ed i Rappresentanti delle altre Forze di Polizia hanno assicurato il supporto necessario all’azione che verrà posta in essere dalla Polizia locale in un quadro di massima sinergia operativa a garanzia del superamento della situazione e per il miglioramento delle condizioni di decoro e di vivibilità urbana.

 

CALABRIAPAGE

Al Centro di Salute Mentale di Montepaone Lido una festa per la degustazione del vino solidale “Aurunco”

MONTEPAONE LIDO (CATANZARO), 12 maggio 2017 – Nell’ambito del progetto “Giovani in campagna”, sostenuto dal Dipartimento di Salute Mentale diretto dal dott. Gregorio Corasaniti e dall’Associazione AMA Calabria, si è svolta, nei locali del Centro di Salute Mentale di Montepaone Lido, diretto dal dott. Luigi Apicella, una festa per la degustazione del vino solidale Aurunco annata 2016, prodotto con il contributo dei giovani che frequentano il Centro Diurno di Montepaone Lido. L’evento si è svolto alla presenza di oltre 100 persone tra familiari e rappresentanti delle istituzioni del comprensorio. (*)

Il progetto è in corso da tre anni con lo scopo di creare conoscenza ed interesse per un “lavoro” sostenibile: dalla vendemmia alla produzione del vino e rientra tra le attività previste dal Centro Diurno di riabilitazione psicosociale di Montepaone Lido, diretto dalla dr.ssa Rosa Conca. Fa parte, inoltre, di un programma di agricoltura sociale che favorisce il reinserimento di soggetti con bassa capacità contrattuale nella comunità, attraverso un’integrazione lavorativa supportata.

La vendemmia offre un’opportunità, seppur temporanea, di inserimento nella vita sociale e lavorativa, attraverso l’esperienza della vita in comune, guidata e coordinata da figure professionali dedicate alla riabilitazione psicososociale. Questo progetto rappresenta un percorso di Autonomia e fiducia contro il pregiudizio creando la possibilità di “lavorare” al di fuori del Centro Diurno dove si vive quasi quotidianamente.

“E’ importante – afferma la dott.ssa Conca – far vedere i frutti ed i risultati del lavoro che si è concretizzato nella realizzazione di un vino solidale che abbiamo chiamato “Aurunco”, nome antico di Montepaone, in memoria di una cittadina che senza pregiudizio ha sempre accolto i giovani che frequentano il Centro Diurno, offrendo disponibilità di servizi ed opportunità di lavoro.”

Il progetto ha avuto inizio a partire dall’8 ottobre 2014 e si svolge in tre fasi separate: vendemmia, lavorazione dell’uva, imbottigliamento del vino ed etichettatura. Per la realizzazione del progetto, il gruppo del Centro Diurno mantiene la gestione di un vigneto ubicato sulla collina di Montepaone. La vendemmia è vissuta come un’esperienza di lavoro ma anche come momento culturale, con i suoi aspetti folcloristici e tecnici.

Hanno partecipato all’evento il dirigente dr. Nicola Voci dell’ASP di Catanzaro, il Direttore del DSMD dell’ASP di Catanzaro dr. Gregorio Corasaniti. Hanno aderito alla manifestazione anche le Associazioni del comprensorio: Associazione Ave AMA di Catanzaro, Associazione Don Pellicanò di Isca Marina.

 

(*) Nota: nel trattamento dei disturbi mentali l'attenzione al rischio dell'uso degli alcolici è una costante. Difficile immaginare come sia possibile conciliarla con una degustazione di vini.

 

WEBITMAG

800 Cantine Aperte in tutta Italia per la 25a edizione, al via il 27 maggio

di Paola Barni - 12 maggio 2017

Attività en plein air tra trekking, eco e mountain bike; poesia arte e fotografia ma anche musica pop, rock, jazz e folk; degustazioni enogastronomiche tipiche dei territori regionali e tanta solidarietà. È il cartellone di Cantine Aperte 2017, l’evento del Movimento Turismo del Vino (MTV) che quest’anno festeggia la 25a edizione. Il 27 e 28 maggio saranno circa 800 le cantine aderenti in tutta Italia per il lungo week end enoturistico di MTV, che nella passata edizione ha coinvolto quasi un milione di appassionati da Nord a Sud.

La solidarietà, ricorda Askanews, sarà il filo conduttore dell’edizione 2017 di Cantine Aperte. Infatti, per questo venticinquesimo compleanno, il Movimento Turismo del Vino sostiene i territori colpiti dal terremoto con il progetto “Bottiglia Solidale” di MTV Marche, per l’acquisto di un’ambulanza destinata alle zone del sisma. La grande festa del vino chiuderà l’iniziativa MTV per Amatrice, la raccolta fondi lanciata nell’appuntamento di settembre mentre prosegue la collaborazione con Airc, l’Associazione italiana per la ricerca sul cancro, a cui verrà donato tutto il ricavato proveniente dalla vendita dei calici griffati. (*)

 

(*) Nota: si può capire come i produttori di vino si attivino in diversi ambiti nel curare la loro immagine. Si comprende meno l'AIRC, ricevere denaro da produttori di una sostanza cancerogena appare molto lontano dalla sua mission.

 

LEGGO

I GENITORI SONO TROPPO UBRIACHI E SVENGONO, BIMBO PIANGE ACCANTO AI LORO CORPI LEGATO NEL PASSEGGINO

I genitori sono troppo ubriachi e svengono, bimbo piange accanto ai loro corpi legato nel passeggino

UCRAINA,Venerdì 12 Maggio 2017 - I genitori sono talmente ubriachi da non riuscire nemmeno a stare in piedi e il bambino piange accanto ai loro corpi seduto sul passeggino. La scena choc mostra il piccolo stare in mezzo alla sporcizia, in un parco di Zaporozhye, città a sud est dell'Ucraina, mentre i genitori non riescono neppure a sentirlo visto il loro stato di alterazione.

La polizia, come riporta anche Metro, si è accorta di quanto stava accadendo e ha prima pensato a mettere in salvo il bambino che è stato affidato ai servizi sociali per poi occuparsi dei genitori. Il piccolo è stato trovato legato al passeggino mentre i genitori avevano accanto a loro diverse bottiglie di alcolici.

La coppia è stata segnalata da alcuni passanti che sono rimasti inorriditi dalla scena, dopo essere stati soccorsi sono stati portati alla stazione di polizia dove sono stati arrestati con l'accusa di abbandono di minore. Intanto le foto dei due sono state condivise sui social dove centinaia di utenti si sono indignati e li hanno insultati.

 

ALTRA CRONACA ALCOLICA

 

RAVENNANOTIZIE

Guida contromano ubriaco e drogato e rischia la collisione con la Polizia. Ritirata la patente

 

MBNEWS

Ubriaco vaga in centro Monza e infastidisce i passanti: multato

 

ROVIGOOGGI

Tampona ubriaco fradicio: denuncia e confisca dell'auto

 

LA VOCE DI ROVIGO

Ubriaco al volante in pieno pomeriggio causa un incidente



All'interno della Rassegna Stampa vengono pubblicati gli articoli di altre testate giornalistiche complete di eventuali nomi propri di persone coinvolte nei fatti. Europeanconsumers non vuole mettere alla gogna nessuno, pertanto chiunque voglia cancellare il proprio nome da un articolo pubblicato potrÓ farlo semplicemente mandando una mail a info@europeanconsumers.it indicando il proprio nome e l'indirizzo dell'articolo in questione.