» European Consumers membro del C.R.U.C. (Comitato Regionale Utenti e Consumatori), decreto n. T0421

European Consumers
CHI SIAMO | MISSION | INFO | LE ASSOCIAZIONI | LINK | FAQ  
AREE TEMATICHE
sabato 25 novembre 2017 - 08:20
GOOGLE
vino, birra e alcolici

12/11/2017 - rassegna stampa su vino, birra e altri alcolici del 11 novembre 2017 ( di redazione )

CUFRAD

SMETTERE DI BERE È POSSIBILE ANCHE SENZA ASSISTENZA. ECCO COSA EMERGE DA UN NUOVO STUDIO.

Di Maria Vasta

Smettere di bere alcolici è possibile anche senza assistenza. A suggerirlo è un nuovo studio condotto dai membri del Massachusetts General Hospital e pubblicato sulla rivista Drug and Alcohol Dependence, secondo cui molte persone riescono a risolvere autonomamente problemi importanti come quello della dipendenza da alcol o droghe, senza bisogno di assistenza particolare. Questi risultati potrebbero rappresentare, secondo gli esperti, motivo di speranza per tutte quelle persone che temono di non riuscire ad uscire dal tunnel della dipendenza.

Per giungere a tali conclusioni, gli autori dello studio hanno arruolato un campione di quasi 40.000 partecipanti, ai quali è stato chiesto se in passato avessero mai avuto problemi di dipendenza da alcol o droghe, poi superati in qualche modo. Dei 40,000 partecipanti, più di 25.000 hanno risposto alla domanda, e di questi, 2.002 avrebbero indicato di aver effettivamente superato un problema di dipendenza da alcol o droghe. Di questi, quasi il 54% avrebbe segnalato di aver risolto il problema grazie a qualche forma di assistenza, come gruppi di aiuto, Alcolisti Anonimi, trattamento medico professionale in ambito ospedaliero o ambulatoriale, centri di riabilitazione e altri tipi di assistenza.

Dallo studio sarebbe però emerso anche che un buon numero di persone sarebbe riuscito a superare il problema della dipendenza senza alcun tipo di assistenza formale: "Molti clinici e ricercatori - così come molte persone in generale - credono che per superare un problema di droga o alcool bisogna 'andare in riabilitazione' o sottoporsi ad altri trattamenti, o partecipare ad un'organizzazione come quella della Alcolisti Anonimi".

copia integrale del testo si può trovare al seguente link: http://www.benessereblog.it/post/169913/alcolismo-smettere-di-bere-e-possibile-anche-senza-assistenza

 

CUFRAD

Alcol alcolismo 10-11-2017

Le donne con più estrogeni si ubriacano prima: gli ormoni aumentano l’effetto dell’alcol

Gli estrogeni influenzano gli effetti dell’alcol e incrementano il rischio di abuso: lo studio che mostra come il ciclo interagisce con il cervello delle donne.

di Zeina Ayache

Gli estrogeni influenzano il nostro cervello e ci fanno bere di più e ubriacare prima. Questo è quanto sostengono i ricercatori dell'UIC College of Medicine che hanno analizzato gli effetti degli estrogeni sul cervello in relazione all'assunzione di alcol. I risultati dello studio, intitolato “Estradiol increases the sensitivity of ventral tegmental area dopamine neurons to dopamine and ethanol”, sono stati pubblicati su PLOS ONE. Ma andiamo nel dettaglio.

Lo studio. Partendo dal presupposto che nell'area tegmentale ventrale VTA del cervello (detta anche ‘centro di ricompensa') viene rilasciata dopamina (neutrotrasmettitore del benessere) in seguito ad uno stimolo di piacere (ad esempio mangiare cioccolata), i ricercatori si sono chiesti quale relazione ci fosse tra la VTA, l'alcol e gli estrogeni. Per capirlo hanno preso in esame alcune femmine di topo durante il periodo in cui si raggiunge il picco di estrogeni e durante quello delle perdite vere e proprie, e ne hanno analizzato i livelli di dopamina nel VTA, successivamente hanno somministrato loro dell'alcol e hanno rianalizzato i valori.

Risultati. Dai dati raccolti è emerso che nelle topoline durante il picco di estrogeni la produzione di dopamina raddoppiava rispetto alle femmine in estro, inoltre in quelle che avevano assunto alcol la risposta dei neuroni alle bevande risultava superiore.

Conclusioni. I risultati hanno portato dunque i ricercatori a ritenere che un elevato livelli di estrogeni può indurre le donne a bere più alcol (perché il cervello in quella fase si ‘gratifica' ancora di più rispetto al solito) che ha tra l'altro un effetto maggiore. “Le donne potrebbero essere più vulnerabili agli effetti dell'alcol durante alcune fasi del ciclo mestruale e cioè quando i livelli di estrogeni sono più alti”, spiegano gli esperti.

copia integrale del testo si può trovare al seguente link: https://scienze.fanpage.it/le-donne-con-piu-estrogeni-si-ubriacano-prima-gli-ormoni-aumentano-l-effetto-dell-alcol/

 

ANSA

Stupri di Rimini, il violentatore condannato a 16 anni di carcere

La sentenza con rito abbreviato per il congolese Butungu, unico maggiorenne dei quattro. Insieme hanno violentato una turista e una trans

RIMINI. 10 novembre 2017 - Sedici anni di reclusione, più di quanto chiesto dalla Procura della Repubblica. E' la condanna con rito abbreviato per Guerlin Butungu, congolese di vent'anni, l'unico maggiorenne del branco accusato di aver stuprato, rapinato e picchiato sulla spiaggia riminese di Miramare - la notte del 26 agosto scorso - una coppia di polacchi e una transessuale peruviana. I giudici hanno disposto una provvisionale di 30mila euro per le due vittime dello stupro e una di 20mila euro per l'amico della turista polacca vittima del pestaggio in spiaggia. Butungu, reo confesso, ha usufruito di uno sconto di un terzo di pena come previsto dal codice di procedura penale per i processi con la formula del rito abbreviato.

La pena chiesta dalla Procura di Rimini era stata di 14 anni e mezzo. Butungu era stato arrestato dalla squadra Mobile insieme agli altri tre componenti del gruppo, tutti minorenni, che saranno processati separatamente. La Procura aveva formulato la sua richiesta di pena che prevede la continuazione per tutti i reati commessi dal congolese la notte del 26 agosto.

L'udienza era stata aggiornata dopo le richieste della Procura ed è ripresa nel pomeriggio con le altre parti civili e con l'arringa della difesa del congolese. Infine, la sentenza.

Stupri Rimini, la banda ripresa dalle telecamere di sorveglianza

"Credo che una pena di 16 anni - ha detto l'avvocato Enrico Graziosi che difende, come parte civile, la vittima peruviana - sia aderente alla gravità e alla crudeltà di quanto accaduto". (*)

 

(*) Nota: l'articolo non riporta che tutti gli stupratori erano sotto effetto di alcolici. In questa, come in altre vicende simili, non solamente i violenti dovrebbero essere sotto processo.

 

LA STAMPA

Guida in stato di ebbrezza, 5 casi al mese da inizio anno sulle strade di Villanova d’Asti

MANUELA MACARIO

VILLANOVA - Sono 50 gli automobilisti che i carabinieri di Villanova hanno trovato alla guida in stato di ebbrezza alcolica da inizio anno. E l’ultimo è stato fermato proprio ieri. Si tratta di un 32enne di Asti. Aveva un tasso alcolemico di 1,42. Gli è stata ritirata la patente ed è stato denunciato all’autorità giudiziaria. Da inizio anno i militari della Compagnia villanovese hanno controllato oltre 26 mila automobilisti, lungo tutte le principali strade del Nord Astigiano. Le patenti ritirate sono state 90, mentre i mezzi sequestrati sono stati oltre 70. Trentacinque invece i guidatori fermati senza la copertura assicurativa del mezzo.

 

TIO.CH

Docente ubriaca inveisce contro gli allievi, interviene la polizia

La donna è stata trasportata in ospedale. La scuola ha immediatamente interrotto il rapporto di lavoro. L’episodio risale a lunedì scorso

EINSIEDELN - «Siamo del tutto sconcertati. Nessuno immaginava che una cosa del genere potesse accadere», ha spiegato Markus Zollinger, direttore di una scuola media di Einsiedeln, al "Blick".

Intervistato, l’uomo ha raccontato nel dettaglio l’imbarazzante episodio avvenuto lo scorso lunedì all’interno dell’istituto. Una docente supplente, ha rivelato il quotidiano regionale “Bote der Urschweiz”, ha completamente perso il controllo in classe, iniziando ad imprecare e rimproverando gli allievi “colpevoli” di averle fatto notare che la lezione appena iniziata era differente da quella prevista nel programma.

L’episodio si è finalmente risolto solo con l’arrivo della Polizia cantonale. Giunta sul posto, conferma il portavoce David Mynall, la donna è stata presa in consegna per essere poi trasportata con un’ambulanza in ospedale.

La docente si è in seguito scusata per l’increscioso comportamento, ma il direttore dell’istituto ha comunque deciso di interrompere immediatamente il rapporto di lavoro.

 

ALTRA CRONACA ALCOLICA

 

LUINO NOTIZIE

Incidente mortale in Ticino, l'automobilista 36enne positivo all'alcol test

 

CORRIERE ADRIATICO

Coppia di ubriachi di 52 e 61 anni litiga di notte nella hall di un albergo

 

IL MESSAGGERO VENETO

Cividale, ubriaco entra in una casa di riposo e disturba gli anziani



All'interno della Rassegna Stampa vengono pubblicati gli articoli di altre testate giornalistiche complete di eventuali nomi propri di persone coinvolte nei fatti. Europeanconsumers non vuole mettere alla gogna nessuno, pertanto chiunque voglia cancellare il proprio nome da un articolo pubblicato potrÓ farlo semplicemente mandando una mail a info@europeanconsumers.it indicando il proprio nome e l'indirizzo dell'articolo in questione.