» European Consumers membro del C.R.U.C. (Comitato Regionale Utenti e Consumatori), decreto n. T0421

European Consumers
CHI SIAMO | MISSION | INFO | LE ASSOCIAZIONI | LINK | FAQ  
AREE TEMATICHE
lunedý 23 aprile 2018 - 18:40
GOOGLE
vino, birra e alcolici

13/04/2018 - rassegna stampa su vino, birra e altri alcolici del 12 aprile 2018 ( di redazione )

NUTRIZIONE33

Cambia il consumo di alcol in Italia: occasionale, soprattutto fra giovani e giovanissimi

Sta cambiando in Italia il modo di assumere alcolici e superalcolici. E non in meglio. È quanto emerge dalla Relazione del Ministero della Salute sugli interventi realizzati in materia di alcol e problemi correlati, trasmessa al Parlamento il 21 marzo 2018, che descrive il comportamento verso l'assunzione di bevande a base d'alcol (vino, birra, super alcolici) e i rischi connessi per la popolazione.

Dai dati epidemiologici il vino, bevanda nazionale per eccellenza, accompagna sempre meno i pasti giornalieri ma cresce la quota di quanti consumano alcol occasionalmente (dal 42,2% al 43,3%) e quella di coloro che bevono alcolici fuori dai pasti (nel 2014 erano il 26,9%, nel 2015 erano il 27,9%, nel 2016 risultano il 29,2%), aspetto preoccupante perché più dannoso per la salute. Dalla fotografia della popolazione per fasce di età e per genere si nota che tra gli adolescenti fino a 17 anni diminuiscono i consumi di tutte le bevande alcoliche. Tra le donne da 18 a 24 anni si nota invece una diminuzione del consumo esclusivo di vino, a favore di altri alcolici, che va intensificandosi nel tempo.

Per entrambi i generi però la fascia più a rischio è quella dei giovani 16-17enni (M=49,3%, F=40,0%), per i quali il consumo di alcol è fortemente sconsigliato come pure quella fra il 65 e 75 anni: 800.000 minorenni e 2.700.000 ultra sessantacinquenni, sono a rischio per patologie alcol-correlate. Nel complesso comunque un totale di circa 8.600.000 individui (M=6.100.000, F=2.500.000) nel 2016 hanno trasgredito le indicazioni di salute pubblica.

In generale si registra che vino e birra perdono terreno a favore di aperitivi, amari e superalcolici, per i quali aumenta la quota di consumatori giovani e giovanissimi, ma in misura percentuale maggiore per gli adulti oltre i 44 anni e negli anziani.

Da 10 anni a questa parte poi non accenna a diminuire il cosiddetto binge drinking, modalità che concentra l'assunzione in un'unica occasione e in un ristretto arco di tempo di quantità di alcol molto elevate, solitamente più diffusa nei maschi in ogni classe di età ad eccezione degli adolescenti (11-15 anni). Nel 2015 il 15,6% dei giovani (22,2% maschi e il 8,6% femmine) tra i 18 e i 24 anni di età praticava binge drinking; nel 2016 il fenomeno è aumentato arrivando a coinvolgere il 17% dei giovani tra i 18 ed i 24 anni di età, di cui il 21,8% maschi e l'11,7% femmine.

Le due patologie che causano il numero maggiore di decessi sono le patologie epatiche e le sindromi psicotiche indotte da alcol che, nel complesso, causano il 94,3% dei decessi alcol-attribuibili tra gli uomini e il 94,8% tra le donne.

La dipendenza da alcol in Italia, conclude la Relazione, per i costi sanitari e sociali che comporta, continua ad essere un ambito necessita di interventi e grande attenzione.

Francesca De Vecchi

 

ALGHERONEWS

Alcol è boom, salute dei giovani a rischio binge drinking

Enzo Sabatini - 11 Aprile 2018,

Sono gli 8,6 milioni di italiani, tra i quali 800mila minorenni, a rischio per l'eccessivo consumo di bevande ad alto tasso alcolico, secondo il quadro illustrato nella Relazione del ministero della Salute trasmessa al Parlamento.

Il primo dato da considerare è quello che conferma la diffusione del fenomeno. La maggioranza (circa 6 milioni) sono uomini. Appare allarmante il dato che conferma come la fascia d'età maggiormente a rischio sia quella dei 16-17enni, in numero maggiore tra i ragazzi rispetto alle ragazze.

Il consumo di bevande alcoliche nel nostro paese continua a cambiare e modificarsi nel nostro paese, ma nonostante tutto continua a confermarsi un problema soprattutto il consumo di alcolici per gli adolescenti, considerate le ripercussioni sulla salute che l'esagerata assunzione può avere sull'organismo dei più giovani. Le quote percentuali di consumatori a rischio di sesso maschile sono superiori a quelle delle donne per tutte le classi di età, ad eccezione di quella dei minorenni, dove invece le differenze non raggiungono la significatività statistica. E peggiora il fenomeno del binge drinking. Nel 2016 il fenomeno riguarda il 17% dei giovani tra i 18 ed i 24 anni di età, di cui il 21,8% maschi e l'11,7% femmine. Non più principalmente vino e birra, ma aperitivi, amari e superalcolici.

 

SASSUOLO2000

Prevenzione alcologica: domani a Modena seminario sul rapporto tra uso/abuso di alcol e relazioni affettive

12 aprile 2018 - Venerdì 13 aprile dalle 14.30 alle 18.30 presso la Sala Giacomo Ulivi in Via Ciro Menotti, 137 a Modena si terrà un seminario di aggiornamento su “Alcol e Sessualità” organizzato dall’Azienda USL di Modena nell’ambito del mese della prevenzione alcologica.

Ad aprire con i saluti a nome dell’Azienda USL di Modena saranno Fabrizio Starace, Direttore del Dipartimento di Salute Mentale e Silvana Borsari, Direttrice del Servizio Salute Donna. A seguire, il tema sarà affrontato da numerosi punti di vista: non solo si approfondiranno i numeri sul consumo di alcol, ma anche i falsi miti legati alla sostanza, aspettative e realtà oggettive sul rapporto tra alcol e sessualità, fino ad indagare tutti i possibili scenari di rischio legati all’uso/abuso di alcol. Si parlerà, a questo proposito, anche di screening delle violenze domestiche in gravidanza e del ruolo fondamentale di medici di medicina generale e pediatri di libera scelta nel prevenire i problemi alcol correlati

Il programma del seminario è disponibile a questo link: http://www.ausl.mo.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/15217

 

ILCORRIEREDELLACITTA

Ladispoli: forti limitazioni alla vendita di alcolici durante la Sagra del Carciofo

Di Redazione - 12 aprile 2018 - Con l’arrivo della Sagra del Carciofo l’amministrazione comunale di Ladispoli ha introdotto delle ulteriori limitazioni alla vendita di bevande ed alcolici nei tre giorni della manifestazione.

“L’ordinanza emessa – spiega il sindaco Alessandro Grando – pone dei paletti ben precisi durante la Sagra del Carciofo. Dal 13 aprile e fino alla conclusione della manifestazione, sarà assolutamente vietata dalle ore 20 la vendita di qualsiasi bevanda in contenitori di vetro o alluminio. Il provvedimento vale anche per le sostanze alcoliche e super alcoliche d’asporto in qualsiasi contenitore. Dalle ore 23.30 invece sarà vietata la somministrazione di qualsiasi tipo di sostanza alcolica e superalcolica da parte di tutte le attività commerciali, ad esclusione dei pubblici esercizi che hanno l’autorizzazione alla protrazione oraria. Le forze dell’ordine controlleranno costantemente che l’ordinanza sia rispettata”.

 

MEDICITALIA

Extrasistole sport alcool

Utente 475XXX

Buongiorno volevo un informazione,una delle varie per quanto riguarda

Premetto che, pratico attività ginnica tre volte alla settimana aerobico-anaerobico e che faccio uso di alcool in modo limitato del tipo, 1/2 birre al giorno e qualche volta qualcosina di più ma non arrivo mai ad essere ubriaco e non bevo superalcolici. Sono ansioso e penso spesso al cuore ed è una cosa che mi sta limitando. A volte quando sono molto ansioso mi capita di avere delle extrasistole anche sotto sforzo e per la mia ignoranza so che questo non è un bene. Volevo sapere da voi gentili medici le seguenti cose:

Io non mi definisco alcolista ma quello che bevo più lo sport può aumentarmi le percentuali di malattie o infiammazioni cardiache. Tipo dilatazioni miocarditi ecc.?

Le extrasistole anche se in un momento ansioso possono capitare sotto sforzo?

 

Dr. Maurizio Cecchini

Non c'è una dose di alcool che non sia tossica ne’ per il fegato ne’ per il cuore. (*)

Ovviamente molto alcool molto danno.

Le extra sotto sforzo sono frequenti, specie negli ansiosi, e non hanno caratteristiche di malignità nella maggior parte dei casi

La saluto

Cecchini

 

(*) Nota: ci è voluto un po' di tempo, ma l'informazione che non esiste una dose di alcol esente da rischi sta diventando scontata. Addirittura tra i medici.

 

ALTRA CRONACA ALCOLICA

 

NEWSBIELLA

Tollegno: Alla guida sotto effetto di alcol rimane coinvolto in un incidente, 63enne nei guai

Pray: Vede i Carabinieri e tenta di scappare, guidava ubriaco e con patente sospesa

 

TARANTOSETTE

Tra i fumi dell'alcool, picchia ripetutamente gli anziani genitori: in manette un 42enne

 

QUOTIDIANO ONLINE

Rende: carabinieri gli ritirano la patente e lo ritrovano alla guida dopo poche ore

 

BOLOGNATODAY

Dà di matto in via Fondazza': spintoni, minacce, poi il lancio dello scooter

 

TUSCIAWEB

Ubriaco va a sbattere con la moto contro un palo della luce



All'interno della Rassegna Stampa vengono pubblicati gli articoli di altre testate giornalistiche complete di eventuali nomi propri di persone coinvolte nei fatti. Europeanconsumers non vuole mettere alla gogna nessuno, pertanto chiunque voglia cancellare il proprio nome da un articolo pubblicato potrÓ farlo semplicemente mandando una mail a info@europeanconsumers.it indicando il proprio nome e l'indirizzo dell'articolo in questione.